Apprendistato

L’apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato pensato per facilitare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e finalizzato alla loro formazione. Questa tipologia contrattuale, infatti, prevede che l’impresa si impegni a fornire all’apprendista la formazione professionale durante lo svolgimento del rapporto di lavoro. Per i giovani il vantaggio consiste nel poter avere uno stipendio utile ai fini pensionistici, tutele in caso di infortunio, malattia, maternità e contemporaneamente acquisire una qualificazione e/o specifiche competenze professionali. Le aziende che assumono apprendisti usufruiscono invece di interessanti agevolazioni contributive che rendono vantaggiosa l’assunzione di questi lavoratori.

Consulta la scheda di confronto tra apprendistato ed esonero contributivo.

A chi è rivolto

Con questa tipologia contrattuale, possono essere assunti i soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Per i soggetti in possesso di una qualifica professionale, conseguita ai sensi del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, il contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere può essere stipulato a partire dal diciassettesimo anno di età. Inoltre, dal 25/06/2015 (l’art.47 comma 4 del D.lgs.81/2015 e s.m.i.) è possibile assumere, per la qualificazione o riqualificazione professionale, senza limiti d’età lavoratori beneficiari di un trattamento di disoccupazione (NASPI, ASDI, DIS, COLL) o di mobilità.

Assistenza per il lavoratore

Il Testo Unico dell’Apprendistato art. 4 D.Lgs 167/2011 e s.m.i. oggi art. 44 D.Lgs.81/2015 e s.m..i distingue la formazione professionalizzante da quella trasversale:

La formazione professionalizzante (per l’acquisizione di competenze di tipo tecnico – professionali e specialistiche) è stabilita dai contratti di lavoro collettivi, che ne definiscono durata e modalità di erogazione. La formazione professionalizzante che si realizza sul luogo di lavoro durante il normale orario di lavoro è svolta sotto la responsabilità dell’azienda che ne sostiene i costi e ne deve tracciare lo svolgimento con appositi registri.

Confartigianato Marca Trevigiana Formazione srl, in quanto socio dell’ATI ARAV 2015 – ARTIGIANATO, con incarico dalla Giunta Regionale del Veneto n. 2025 del 23/12/2016, eroga i corsi di formazione trasversale in tutto il territorio della Provincia di Treviso.
Per informazioni, contattare il num. 0422.433250 (interno 3) mail: apprendistato@confartigianatoformazione.tv

Assistenza per l'azienda

In questo ambito Confartigianato Marca Trevigiana Formazione S.r.l. offre un servizio di assistenza all’azienda per l’assolvimento dell’obbligo formativo che consenta un’adeguata tutela per l’azienda in caso di visite ispettive o di contenzioso con il lavoratore.

La formazione trasversale è di competenza della Regione che, compatibilmente con le risorse disponibili, integra quella professionalizzante realizzata in azienda. La Regione del Veneto, per tramite dei soggetti aggiudicatari delle attività tra cui Confartigianato, provvede alla convocazione degli apprendisti a all’erogazione della formazione trasversale attraverso corsi di formazione della durata di 40 ore che possono essere combinati in base al titolo di studio posseduto dall’apprendista. Sono previste 120 ore da svolgere in tre anni per gli apprendisti non in possesso di un titolo di studio, 80 ore per quelli che possiedono la qualifica professionale o un diploma, 40 ore per i laureati. La formazione trasversale farà riferimento alle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

Richiedi maggiori informazioni